Per offrirti il miglior servizio possibile BotanicaUrbana.com utilizza cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies. - Cookie policy - Accetto

TOP e FIM Tecniche Potatura

La forma naturale di molte piante non permette di sfruttare al meglio le luci artificiali. Nelle coltivazioni indoor si preferisce modellare le piante in modo da ottenere un tappeto uniforme con altezza ridotta e un’estensione orizzontale più ampia possibile. In questo modo i fiori sono meglio esposti alla luce ed è possibile ottenere i migliori rendimenti. Naturalmente si tratta di una tecnica di tipo HST ovvero High Stress Tecnique, ovvero Tecnica ad alto Stress, poichè reindirizza gli ormoni di crescita e fioritura in modo traumatico per la pianta. 

Modificare la Distribuzione degli Ormoni

Una delle tecniche più diffuse di training delle piante è il Top, o cimatura, con la sua variante FIM. Consiste nel rimuovere la parte apicale della pianta quando si trova in fase vegetativa con solo 3-5 internodi. In questo modo si modifica l’equilibrio ormonale incoraggiando la crescita dei rami e dei fiori nelle parti medie e basse della pianta, e ottenendo così numerosi frutti delle stesse dimensioni invece di un unico fiore principale e tanti piccoli satelliti. Dopo una cimatura la pianta sviluppa immediatamente le nuove cime, comincia a crescere più corta e compatta ed è pronta ad altre tecniche di training per massimizzare l’esposizione dei fiori alla luce. Non è consigliato il TOP o FIM su piante con breve ciclo di vita perché potrebbero non avere abbastanza tempo per recuperare dal trauma. 

Cimatura Come fare il Top e il Fim di una Pianta
Si ringrazia 420magazine.com per l'immagine.
TOP - Cimatura con Taglio Dritto

I vantaggi del Top sono la rapidità e la semplicità, utili sia ai principianti, sia alle grandi coltivazioni. In questa tecnica si usa una lama o forbici disinfettate per rimuovere un pezzetto di gambo e il suo ciuffo di nuove foglioline appena al di sopra dell’internodo. Si devono invece lasciare intatti i due getti laterali che nascono dall’internodo e diventeranno le nuove cime, disposte a “V”. Durante la crescita e la fioritura si potranno applicare altre tecniche, come SOG o SCROG. Mai eseguire una cimatura Top o FIM in fase di fioritura.

FIM - Tecnica della Cimatura Irregolare

Pare che la sigla FIM derivi da Fuck I Missed. Era l’imprecazione del coltivatore che aveva sbagliato Topping inventando involontariamente una nuova tecnica. Il FIM risulta meno traumatico per la pianta rispetto al semplice Top. Questa tecnica produce 4 cime invece delle due ottenute dal Top, ed è possibile ripeterla più volte sulla stessa pianta, dopo che ha superato lo stress ricominciando a crescere regolarmente. È possibile applicare contemporaneamente le tecniche LST. L’obiettivo finale del FIM consiste in un maggior numero di frutti esposti sul piano orizzontale illuminato.

Si esegue allo stesso modo del TOP ma stringendo con le dita il ciuffetto apicale di foglie e rimuovendo con una lametta solamente la punta delle foglioline, lasciando sulla pianta circa il 20% della loro lunghezza. Queste foglie recise daranno vita a quattro cime di uguali dimensioni. Viene spesso consigliato di eseguire un taglio curvo per dare alla parte di foglie rimanenti una forma a coppetta che favorisce una crescita più uniforme.

PINCHING - Variante del FIM

Una variante del FIM, spesso chiamata Pinching, consiste nel pizzicare le punte, senza reciderle completamente. In questo modo possono verificarsi più irregolarità nella crescita (in parte bilanciate con SOG e SGROG) ma la pianta subisce un trauma minore ed è meno rischioso ripetere l’operazione su altri rami perché la pianta richiede meno giorni di recupero. La tecnica FIM richiede più attenzione del Top ed è più difficile controllarne le conseguenze. La resa dipende dall’abilità del coltivatore e i risultati sono meno prevedibili perché dipendono anche dalla corretta esecuzione del pizzico.


Condividi
Prodotti suggeriti: