Per offrirti il miglior servizio possibile BotanicaUrbana.com utilizza cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies. - Cookie policy - Accetto

Temperatura e Umidità

Temperatura e Umidità nelle coltivazioni indoor

A livello ambientale ci sono due parametri che bisogna sempre tenere in considerazione, questi sono la temperatura ambientale e l'umidità relativa. Questi fattori infatti determineranno in buona parte la riuscita o la disfatta del coltivatore indoor, andando ad influenzare la qualità e la completezza della fioritura.

La temperatura la misuriamo in gradi Celsius (C°) mentre l'umidità viene misurata in percentuale (%), che rappresenta la percentuale di vapore acqueo presente nella molecola di aria. Quando l'umidità raggiunge il 100% l'aria nel nostro ambiente di coltivazione non è più in grado di assorbire vapore acqueo, poichè ne è completamente satura e l'acuqa in eccesso si deposita sulle superfici (foglie, vasi, pareti).

Nonstante questo non è però facile capire realmente quanta umidità c'è nell'aira del nostro giardino indoor. Infatti l'umidità ambientale viene chiamata "umidità relativa (R/U%)" poichè la capacità dell'aria di trattenere vapore acqueo non è un valore assoluto, ma relativo, cioè cambia in base alla temperatura dell'aria stessa. Aria più calda sarà infatti capace di trattenere maggiore umidità, mentre aria più fredda ne potrà trattenere meno.

Leggere il TermoIgrometro

Attenzione a non sottovalutare questo aspetto perchè è di grande importanza per comprendere il termo igrometro, infatti se introduciamo la stessa quantità di vapore acqueo, per assurdo misurandolo in "grammi di acqua" in due ambienti diversi, uno più caldo e uno più freddo avremo valori di umidità relativa diversi: nell'ambiente più caldo, l'aria è capace di trattenere più vapore acqueo, quindi il termoigrometro darà un valore di umidità più basso rispetto a quello messo in un ambiente più freddo.

Quando si Spegne la Lampada

Il momento di passaggio dal giorno alla notte è un esempio perfetto di come i livelli di umidità relativa possono schizzare fuori controllo, soprattutto perchè in indoor questo avviene in un istante. Dopo pochi minuti dallo spegnimento della lampada, il bulbo smette progressivamente di scaldare l'aria circostante e di conseguenza la temperatura della growbox si abbassa di qualche grado nel giro di pochi minuti. Se questo sbalzo di temperatura è troppo repentino e troppo pronunciato il livello di umidità aumenta fino ad arrivare a soglie pericolose. Questo è uno dei molti motivi per cui fa sempre bene lasciare l'aspirazione accesa, magari parzialmente, anche durante le fasi notturne.


Condividi
Prodotti suggeriti: