Per offrirti il miglior servizio possibile BotanicaUrbana.com utilizza cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies. - Cookie policy - Accetto

Sistemi Aeroponici

Nella coltivazione aeroponica la soluzione acquosa che contiene i nutrienti viene nebulizzata direttamente sulle radici, che penzolano nell’aria in un vasetto fustellato senza alcun substrato. L’ossigenazione e la trasformazione delle sostanze nutrienti risultano molto elevate e si riducono i rischi di parassiti dell’apparato radicale. La migliore assimilazione accelera la fase vegetativa e produce un maggior numero di raccolti in un anno con grow box piccoli e maneggevoli. Si ottengono alte densità di piante e rese elevate con risparmi su acqua, nutrienti e substrato, sia nei confronti della terra, sia dei sistemi idroponici. È anche possibile ridurre di alcuni giorni i tempi di fioritura.

Sistema Aeroponico

I sistemi aeroponici a bassa pressione, spesso con spruzzatori nella stessa vasca serbatoio, sono semplici ma non efficaci quanto quelli ad alta pressione che creano una nebbia nutriente attorno alle radici. Nei sistemi ad alta pressione serve una pompa più potente rispetto all’idroponica e dei nebulizzatori in grado di produrre goccioline di dimensioni fra i 40 e gli 80 micron. La finezza delle gocce di nutriente è molto importante per lo sviluppo delle condizioni ideali alla sua assimilazione da parte delle radici.

Puoi dare un occhiata ai nostri SISTEMI AEROPONICI

Il sistema di nebulizzazione a ricircolo dell’idroponica è collegato a un timer speciale che lo attiva a intermittenza: ad esempio 1 minuto acceso e 5 minuti spento, oppure 2 secondi di nebulizzazione e 2 minuti in pausa, per 24 ore al giorno. Gli intervalli fra una nebulizzazione e l’altra sono importanti per il risparmio di acqua ed elettricità, per dare alla pianta il tempo di assorbire i nutrienti e per mantenere condizioni sfavorevoli a muffe e funghi. La vasca deve essere chiusa per mantenere al buio la zona radicale e per ridurre l’evaporazione con il conseguente aumento di concentrazione dei nutrienti. I nebulizzatori devono essere disposti in modo da non lasciare zone delle radici non esposte alla nebulizzazione.

Come gli altri sistemi idroponici, anche questo richiede un po’ di esperienza nel comprendere le reazioni della pianta a eccessi o carenze di nutrienti e agli altri fattori ambientali, che sono più rapide rispetto alla coltivazione in terra. Una caduta di energia elettrica anche per un breve periodo può causare gravi danni alle piante. Il sistema Dutch Pot di GHE viene prodotto anche nella versione aeroponica.

Condividi
Prodotti suggeriti: